ADDETTO SQUADRA PRIMO SOCCORSO CAT. A


Il presente corso assolve gli obblighi indicati nel D.Lgs. 81/08, T.U. Sicurezza e D.Lgs. 106/09 e il D.M.M. 388/03. e destinato ai lavoratori dipendenti che sono designati al primo soccorso. Recita la norma che “le unità produttive sono classificate, tenuto conto della tipologia di attività svolta, dal numero di lavoratori occupati e dei fattori di rischio presenti in azienda”: la categoria A è quella più elevata in termini di rischio e la formazione dell’addetto all’emergenza deve essere di 16 ore.
Il presente corso analizza e approfondisce tutte le nozioni ed informazioni necessariamente da possedere in ambito primo soccorso. Il programma contenutistico prevede pertanto la trattazione del sistema di primo soccorso e delle modalità di allerta, delle tipologie di traumi e patologie in ambiente di lavoro, delle azioni da intraprendere per accertare le condizioni psicofisiche del lavoratore infortunato, di come si riconoscono le emergenze sanitarie in modo da verificare la possibilità di attuare interventi di primo soccorso conoscendone l’estrema utilità ma anche i limiti. A tutti gli aspetti teorici sopra indicati, è previsto faccia seguito un apposito setting formativo utile a favorire l’acquisizione da parte dell’allievo delle capacità di intervento pratico da attuarsi allorquando e nell’ipotesi venga chiamato a gestire situazioni di emergenza di tipo sanitario.
Dal punto di vista degli strumenti è previsto un approccio didattico multimediale dove la docenza frontale è affiancata e coadiuvata da stimoli video e audio utili ad attivare una comunicazione multidimensionale che favorisce e sviluppa partecipazione, coinvolgimento e motivazione nel singolo allievo, facilitandone l’immedesimazione con i contenuti e le tematiche del corso.

DURATA DEL CORSO: 16h
METODOLOGIA/E: Aula in presenza
CALENDARIO CORSI (Codice inseribile nel campo "Cerca il corso": PSA)
DATI ORGANIZZATIVI:
- Destinatari: lavoratori designati al primo soccorso per aziende del gruppo A, ai sensi del D.Lgs. 81/08, art. 43, comma 2.
- Modalità di erogazione: Docenza (Medico con eventuale collaborazione di altro personale specializzato per la parte pratica) frontale e prova pratica. A fronte di specifiche esigenze e/o necessità di ordine interno/organizzativo o esterno/ambientale e previa verifica della coerenza/fattibilità relativamente alla modalità di finanziamento eventualmente prescelta e alla normativa regionale/nazionale vigente, è operativamente disponibile la possibilità di affiancare/sostituire tale metodologia con modalità operative di Docenza che fanno riferimento all’utilizzo dei tipici strumenti della formazione a distanza sincrona.
- Strumenti didattici: pc/slide, videoproiettore, lavagna a fogli mobili, materiale vario di cancelleria, manichino.

CONTENUTI:

MODULO A (6 ore):
- ALLERTARE IL SISTEMA DI SOCCORSO: a) CAUSE E CIRCOSTANZE DELL’INFORTUNIO (LUOGO DELL’INFORTUNIO, NUMERO DELLE PERSONE COINVOLTE, STATO DEGLI INFORTUNATI, ECC.), b) COMUNICARE LE PREDETTE INFORMAZIONI IN MANIERA CHIARA E PRECISA AI SERVIZI DI ASSISTENZA SANITARIA DI EMERGENZA
- RICONOSCERE UN’EMERGENZA SANITARIA: 1)SCENA DELL’INFORTUNIO: d)RACCOLTA DELLE INFORMAZIONI, e)PREVISIONE DEI PERICOLI EVIDENTI E DI QUELLI PROBABILI; 2)ACCERTAMENTO DELLE CONDIZIONI PSICOFISICHE DEL LAVORATORE INFORTUNATO: a)FUNZIONI VITALI (POLSO, PRESSIONE, RESPIRO), b) STATO DI COSCIENZA, c)IPOTERMIA E IPERTERMIA; 3)NOZIONI ELEMENTARI DI ANATOMIA E FISIOLOGIA DELL’APPARATO CARDIOVASCOLARE E RESPIRATORIO; 4)TECNICHE DI AUTOPROTEZIONE DEL PERSONALE ADDETTO AL SOCCORSO
- ATTUARE GLI INTERVENTI DI PRIMO SOCCORSO, SOSTENIMENTO DELLE FUNZIONI VITALI: a)POSIZIONAMENTO DELL’INFORTUNATO E MANOVRE PER LA PERVIETÀ DELLE PRIME VIE AEREE; b)RESPIRAZIONE ARTIFICIALE; c)MASSAGGIO CARDIACA ESTERNO; 2)RICONOSCIMENTO E LIMITI D’INTERVENTO DI PRIMO SOCCORSO: a)LIPOTIMIA, SINCOPE, SHOCK, b)EDEMA POLMONARE ACUTO, c)CRISI ASMATICA, d)DOLORE ACUTO STENOCARDICO, e)REAZIONI ALLERGICHE, f)CRISI CONVULSIVE, g)EMORRAGIE ESTERNE POST- TRAUMATICHE E TAMPONAMENTO EMORRAGICO
- CONOSCERE I RISCHI SPECIFICI DELL’ATTIVITÀ SVOLTA

MODULO B (4 ore):
- ACQUISIRE CONOSCENZE GENERALI SUI TRAUMI IN AMBIENTE DI LAVORO: 1)CENNI DI ANATOMIA DELLO SCHELETRO; 2)LUSSAZIONI, FRATTURE E COMPLICANZE; 3) TRAUMI E LESIONI CRANIO-ENCEFALICI E DELLA COLONNA VERTEBRALE; 4)TRAUMI E LESIONI TORACO-ADDOMINALI
- ACQUISIRE CONOSCENZE GENERALI SULLE PATOLOGIE SPECIFICHE IN AMBIENTE DI LAVORO: 1)LESIONI DA FREDDO E DA CALORE; 2)LESIONI DA CORRENTE ELETTRICA; 3)LESIONI DA AGENTI CHIMICI; 4)INTOSSICAZIONI; 5)FERITE LACERO CONTUSE; 6)EMORRAGIE ESTERNE

MODULO C (6 ore)
- ACQUISIRE CAPACITÀ DI INTERVENTO PRATICO: 1)TECNICHE DI COMUNICAZIONE CON IL SISTEMA DI EMERGENZA DEL S.S.N; 2)TECNICHE DI PRIMO SOCCORSO NELLE SINDROMI CEREBRALI ACUTE; 3)TECNICHE DI PRIMO SOCCORSO NELLA SINDROME DI INSUFFICIENZA RESPIRATORIA ACUTA; 4)TECNICHE DI RIANIMAZIONE CARDIOPOLMONARE; 5)TECNICHE DI TAMPONAMENTO EMORRAGICO; 6)TECNICHE DI SOLLEVAMENTO, SPOSTAMENTO E TRASPORTO DEL TRAUMATIZZATO; 7)TECNICHE DI PRIMO SOCCORSO IN CASI DI ESPOSIZIONE ACCIDENTALE AD AGENTI CHIMICI E BIOLOGICI

ATTESTAZIONE: Attestato di partecipazione nominativo con certificazione di apprendimento rilasciato previa frequenza a non meno del 90% del totale delle ore di formazione previste.